Parentesi notturna.

14 dicembre 2016 § 4 commenti

Il giorno più corto che ci sia. 

Quindi il più buio.

Eppure fuori c’è una luna non ancora piena che disegna il perimetro dei mobili muti e al buio, che condividiamo. 

La sagoma della pastina interrompe l’immobilità. 

Continuerà a pulirsi per ciò che resta di questa notte, dopo aver sfiorato furtivamente il nero d’avorio ad olio. Quel tanto che basta per garantie a sé stessa e a me la deliziosa esperienza di un bagno d’emergenza nel lavandino, con conseguente, straziante processo di asciugatura. 

Nel frattempo, fioriscono puntini rossi sulla mia pelle confusa, in maniera disomogenea e decisamente pruriginosa. Aspetto che diventino punti interrogativi, in modo da cominciare a pormi delle domande.

Annunci

§ 4 risposte a Parentesi notturna.

. . .

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Parentesi notturna. su .

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: